Queste sono alcune poesie che ho scritto per il mio nuovo libro "Parliamo d'Amore...tra Poesie e Semplici Verità".

Un libro interamente dedicato all'amore....pieno di poesie e monologhi che raccontano tante fasi che si vivono durante l'amore....anche in modo ironico.

 

Il Cuore e l'Aquilone

 

L'aquilone non ha le ali,

eppure vola.

È come il mio cuore....anch'esso non ha le ali

ma riesce a volare.

Vola quando capisco di essere innamorato.

È lui che mi dice di farlo volare

perchè in cielo si è più liberi.

Liberi di pensare, di sognare e di credere.

Credere nell'amore....queste sono le sue ali.

Per questo motivo, il mio cuore riesce a volare:

perchè crede in quell'amore.

L'amore, quando arriva non da il preavviso,

non chiede il permesso

ma si catapulta nel cuore e lui cosa fa???

Vola!!!

Vola come un aquilone....

il più bello, il più colorato,

quello che non ha paura di perdersi nel cielo

perchè sa che a tenere quel filo, sono due mani....

la mia e la tua.

 

 

Ricomincio a vivere

 

E ricomincio a vivere,

solo senza di te.

E ricomincio a sognare

ma pensando a te.

Ascolta amore mio,

è davvero triste se quell'ultimo incontro

venisse considerato un'addio.

Chi ha sbagliato non si sa

ma è davvero importante saperla, questa verità.

E ricomincio a vivere,

senza sogni, senza illusioni

perchè non voglio perdere il bene più grande,

quello dell'emozioni.

Un amore, se è importante

non può finire per un malinteso

o per un momento di stanchezza.

Un amore, se è importante,

scavalca tutti gli ostacoli, usando la dolcezza.

E ricomincio a vivere....

ricomincio a sognare

perchè rivedendoti mi è ritornata

la voglia d'amare.

 

I sogni ed il sorriso

 

Ho finito i sogni.

Ho provato a sognare ma non erano i soliti.

Chissà perchè in quei sogni non riuscivo a sorridere.

Solo al risveglio ho capito

il motivo di quella mancanza di sorrisi.

Eri tu la causa di quei sogni tristi.

Si, eri tu.

Tu, perchè eri assente in quei sogni.

Tu, perchè non mi sorridevi.

Tu, perchè....

hai creduto che la tua lontananza mi avrebbe fatto bene.

Sbagli!!!

Averti vicino non mi fa soffrire.

Averti lontana mi distrugge.

Riprovo a sognare, ora,

e sono sicuro che saranno nuovamente

i migliori sogni....

perchè, ora, c'è il tuo Sorriso!!!

 

 

La Frittura e il Campanello

 

 

Quella strana atmosfera mi stupisce appena entrato.

Mi accorgo che ha apparecchiato in salotto e non in cucina.

Una candela fa da centrotavola e quella donna che mi viene a dar il bentornato

non mi sembra la stessa che mi ha salutato stamattina.

È lei, è mia moglie e....mi sorride dicendomi "Ciao Amore".

Questa inaspettata accoglienza mi riempie di stupore.

Tacco alto, abitino attillato,

mi guardo intorno come per dire: "Avrò aperto il portone sbagliato?"

" I bambini sono dai miei, siamo soli io e te"

A me verrebbe spontaneo dire. "E perchè?"

Ma temo l'incazzatura

e quindi sorridendo le dico:

"Che profumino....hai fatto la frittura?"

"Si, l'ho fatta per te, Tesoro, lo sai che mi piace cucinare

però,prima....dobbiamo parlare."

Ecco....lo sapevo, mi sembrava strano.

Inizio a pensare alla sua richiesta

quando lei mi prende la mano.

Sono preoccupato!!!

Dove ho sbagliato?

"Ascolta Amore, ma tu hai mai sentito parlare del Punto G?"

Punto G? La guardo con gli occhi aperti così.

Sono sconcertato,

c'è crisi e lei mi chiede di cambiare la Fiat 500 che abbiamo appena comprato.

"Forse non lo sai", mi dice

"ma il Punto G è quel punto che rende la donna felice.

Quel posto che, una volta trovato,

fa impazzire in modo esagerato."

Ho capito, parla di fantascenza.

Ne avevo sentito parlare di questo famoso punto e della sua importanza.

Avrei voglia di dirle che non è facile trovarlo in mezzo a tutta quella panza,

e che si farebbe prima a trovare tutti i punti Mira Lanza.

Ma evito e quindi decido di accontentarla armandomi di santa pazienza.

Penso alla frittura che si sta raffreddando

e quindi mi affretto....non voglio perdere tempo parlando.

Vado in cucina mentre lei si stende sul divano

e quando ritorno in salotto si stupisce di quello che ho in mano.

"Niente Amore", le dico con tono sensuale,

"ho pensato all'amore ed al suo manuale.

Mi sono detto....giacchè questo punto è così bello,

una volta trovato, per non perderlo,

perchè non metterci un campanello?"

 

 

Quell'inutile opera d'arte

 

Con tutti i casini che abbiamo

con lo spread, le tasse e l'aumento delle bollette,

ora ti sei messa in testa di rifarti pure le tette.

" Non costa tanto, Amore mio,

e poi vedrai....sarò un'altra donna dopo l'operazione".

Saranno pure belle, Tesoro mio,

ma non converrebbe aspettare una donazione?

Su di te, se ben ricordo,

non sarà sufficiente una piccola aggiustata....

sarebbe meglio la donazione di una Superdotata.

Dai su, non ti arrabbiare, stavo scherzando.

Tu mi piaci così e poi...a quel capezzolo sulla pancia

ormai mi stavo abituando.

Ma non voglio contrariarti,

sarò bene felice di far sacrifici

se hai deciso di aggiustarti.

Cosa vuoi che sia, allegerir il conto in banca

pur di vederti felice allo specchio

senza quell'espressione sempre stanca.

La tua felicità è anche la mia , questo lo ammetto

e poi vuoi mettere quando te le toccherò a letto?

Non dovrò più andare alla ricerca sul tuo corpo

prima di trovarle;

andrò a colpo sicuro e....che piacere sarà toccarle.

Cosa dici? Non posso?

Non posso perchè rischio di rovinare quell'opera d'arte?

Mi vuoi dire che con tutto il denaro che spenderò,

quando ho voglia, mi toccherà mettermi da parte?

Allora, ascolta, Amore mio, dolcissima creatura incantata....

a me questa operazione mi sembra nà cazzata!!!

A questo punto, se proprio vuoi, te lo dico:

" Preferisco il capezzolo vicino all'ombellico!!!"

 

 

Tutto qui

 

Amore mio,

ti sono grata per i fiori al nostro anniversario,

per quella sorpresa al concessionario,

per i tanti e inattesi messaggini sul telefonino

e per le cene romantiche al solito ristorantino.

Ti sono grata per quel "Buongiorno Amore mio"

che mi dici ogni mattina, al risveglio.

Sei dolce...non potrei chieder di meglio.

Cosa dire, poi, delle vacanze che mi organizzi?

Non badi a spese....è proprio vero che mi vizi.

Ti sono grata, Amore mio,

ma ora voglio farti una confessione.

Mettiti comodo e....non toglierti il pantalone.

Quello che sto per dirti

non ha nulla a che vedere col tuo chiodo fisso.....

anzi si, forse in parte ha a che fare....

ma non c'entra niente il sesso.

Voglio solo dirti che ti sono grata

per tutto ciò che fai per me

ma, credimi, ne farei volentieri a meno solo se....

fossi pronto a promettermi che da oggi,

dopo essere andato in bagno a fare pipì,

prima di uscire ti lavassi le mani....Tutto qui!!!

 

 

 Scritta in occasione della Festa della Donna 2012

 

Il Sole e la Mimosa

 

Ci sono mille canzoni

che parlan di voi.

Mille poesie, mille dediche e....

mille pensieri.

Un pensiero, quello più importante,

oggi va a colei che ci ha donato la vita.

In quel momento,

oltre la vita, ci ha messo in mano anche il suo Amore.

Dare la vita per amore

è sempre stato la vostra costante.

L'amore è per sempre il punto fermo della vostra vita.

Pronte a lottare, a difendere e proteggere

tutto ciò che entra a far parte del vostro cuore.

Per questo motivo è stato scelto

il colore giallo per festeggiarvi.

Giallo come il sole che sin da bambini,

ha rappresentato il colore

che dava vita ai nostri disegni.

Una mimosa festeggia voi, in questo giorno....

peccato che spesso

quella mimosa appassisca,

quel sole tramonti e,

insieme ad essi,

il Rispetto.....muore

 

 

 Scritta in occasione del San Valentino  2012

 

Il Tramonto

 

E quando il tramonto affonda

che ti assale la tristezza.

Ogni tramonto segna la fine

di una giornata,

eppure guai se non ci fosse.

Il tramonto nella sua immensa bellezza

sa regalarti sempre emozioni diverse.

Non esiste amore

che non abbia avuto complice un tramonto.

Non esiste lacrima

che non sia stata asciugata da un tramonto.

É questa la sua magia?

Sa unire gli amori,

sa capire quando illuminare un viso che si commuove,

sa diventare spettatore di mille baci

e per questi motivi

rende tristi quando sta per affondare.

É come se il mare che lo ingoia

spenga anche quella lampadina....magica

Un vero tramonto, però,

non affonda mai.

È pronto a riemergere

al primo raggio di sole,

al primo bacio,

al primo perdono....

Sarà questa la magia del tramonto?

No,

un tramonto resterebbe una normale parte della giornata

se non ci fosse la magia di un grande amore.